cosa faccio

Hai presente quando vuoi cambiare tutto?

Quando lasciare tutto e tutti per andare a fare la cameriera a Lanzarote o la contadina in Australia ti sembrano idee piú che plausibili e non comprendi i dubbi e gli sguardi di sgomento che hanno quelli con cui condividi queste geniali soluzioni?

Io mi ci ritrovo ogni mattina.

Seduta sulla metro contornata da persone che sprigionano dagli occhi la stessa mia voglia di vivere.

Cose assenti e silenziose appoggiate ai sedili della U8, la metro che prendo sempre per andare al lavoro.

Che cosa diavolo sto facendo?

Ma come si permettono di svegliarci a quest´ora insana per andare a fare qualcosa che manco vogliamo fare?

Ribelliamoci! Ora! Torniamo a casa! Tiriamo dritti e non usciamo alla fermata solita! Tiriamo dritti andiamo in un parco o al lago, scappiamo!

Ma cosa succede? Stanno tutti zitti, in silenzio, occhi chiusi, occhi bassi, occhi stanchi.. magari non la pensano neanche come me.

Sei tu Ele che pensi cosi, a loro magari va bene, forse potrebbero anche esserne felici.

Io stringo il crocefisso…sembro proprio mia nonna…

Na cosa pietosa proprio.

“Guarda che e´del tutto normale! Fanno tutti cosi´! Si lavora, poi si ha la vacanza, si organizza, si va in posti belli poi si torna, poi si continua.

La devi smettere di rompere con tutti sti pensieri”

E allora a me viene il vomito, anche solo a riscriverlo ora..

Ci provo a stare buona, a farmelo piacere, a trovare stratagemmi per ingannarmi e continuare cosi´.

Ho fatto di tutto per non ascoltarmi.

Non funziona, non ci riesco.

Non ho le stesse regole nella testa, non la vedo cosi´e non riesco a farci nulla.

Aspetta. Alt.

Meglio mettere una data precisa perche´e´sempre bene avere numeri e dati oggettivi quando si inizia un preogetto di cambiamento, cosi´da verificare i vari avanzamenti, annotare bene le variabili, le soluzioni, le scivolate clamorose.

Fare le cose a modo ecco, le cose fatte bene necessitano sempre di una piccola parte di oggettivita´, per darle un´aspetto piu´serioso.

Perche´seguire la pancia va bene, ma qui si sta facendo na cosa grande, mica e´un capriccio questo, e noi siamo persone ordinate e premurose.

No?

Si.

17.07.2019 . Cominciamo.

Ho visto che quando mi seguo, quando non ho paura, quando l´ansia mi lascia, quando sono io, sono una bellissima persona e trasmetto quello che posso dare, mi sento come se luccicassi, come quegli enormi lampadari fatti di vetri di cristalli luccicanti che mi piacciono tanto!

Allora ho deciso! Voglio essere cosi! Lasciatemi essere come quei lampadari!

Ma non l´ho mai fatto allora riformulo: io ci voglio provare.

Ho appena cominciato, quindi non so se sto facendo giusto a volte mi ritrovo senza spiegazione su tragitti e pensieri che pensavo di avere finalmente abbandonato, ma l´abitudine, la scarsa autostima, le gambe ancora fragili, mi riportano su passi sicuri ma opprimenti, su sentieri gia´ battuti da altri, dolorosi ma conosciuti.

Allora serve tutta la mia energia per ricordarmi di riprovare.

Ciao sono Eleonora, vengo da un piccolo paese che si chiama Tresigallo,ma che potrebbe avere altri mille nomi.

Ho paura quasi costantemente, soffro d´ansia, scarsa autostima e la continua ricerca di approvazione anche nelle scelte piu´semplici,ma ho un crocefisso, degli esempi eccezionali (reali e non ) e la voglia di provare ad incontrarmi.

Piu´faccio, piu´la scorgo la vera me, e piu´ho il sentore che sia eccezionale.

I sogni che ha, i suoi contorni, i suoi gusti le sue passioni e debolezze.

Io mi voglio incontrare cosi´tanto, che mi fa passare la paura del provare a farlo, e mi fa gioire quando faccio qualcosa che mi avvicina un po´di piu´a lei.

Queste potrebbero essere piccole cose per alcuni, ma che per me sono immense : scegliere un vestito “solo” perche´ piace a me, fare una cosa da sola che pensavo di non riuscire, dire una cosa ad alta voce anche se non sara´del tutto popolare ma “solo” perche´io la voglio dire.

E soprattutto difendermi.

Difendere la mia liberta´di essere ELEONORA, di poter sbagliare, di poter trovare il mio modo di affrontare le situazioni: a modo mio.

Non sono la sola e mi piace ascoltare le storie di quelli che, come me, si stanno cercando, di quelli che stanno trovando una via, di quelli che sono nel mentre, di quelli che sono un passetto avanti, o un passetto indietro. E da qui l´idea del Blog.

Mi piace prendere spunto dagli altri, guardarvi e ascoltare.

Prendere spunto dalle vostre cadute, dubbi, gioie, sconfitte e vittorie.

E l´invidia si e´trasformata in ammirazione e spunto.

Quindi facciamo insieme? Mi piacerebbe ascoltare le storie che vi portate dentro, di poterle raccontare, condividerle per aiutarci a trarre spunto gli uni dagli altri.

E per noi intendo, noi ultimi incastrati nei nostri pensieri, in qui ci si sente cosi´soli e lontani.

Pensieri che sono cosi´grandi.

Si tratta di Speranza, di chi e´in viaggio, di chi ha bisogno di una spinta, di chi e´un po´piu´avanti e puo´dare la sua testimonianza per darsi una mano!

Che in fondo qui ci si vuole bene!

Una prosa, colorata e rosa, da leggere quando il tutto diventa un po´troppo pesante e il grigiume ci attanaglia.

Un posto in cui dare un nome alle proprie conquiste, o anche solo poter dire “ esatto! Mi sento proprio cosi´! Non sono solo!”

Mi puoi raccontare la tua battaglia, i tuoi pensieri, di qualsiasi entita´e grandezza siano?

Una gravidanza, andare a fare la spesa, scegliere una maglia invece che un´altra, una relazione, o un pensiero che in un giorno qualunque ti ha fatto diventare piu´consapevole, l´inizio /la fine di un lavoro, una scelta fatta che potrebbe o ha stravolto la tua vita, un trasferimento..

Mi piacerebbe darle una prosa e condividerla in modo che ci si senta piu´forti e meno soli.

Uno spunto gli uni per gli altri.

Un pensiero, un gesto, una consapevolezza, un attimo di qualsiasi grandezza possa essere, ma che ti aiutato a vederti meglio a fare un passettino in piu´.

Parlo di scelte di tutti i giorni, di noi personcine incastrate in una quotidianita´che ormai e´stretta, che si sentono invisibili e immischiate in pensieri vincolanti come catrame..

Noi che come Ciula´presto o tardi incontreremo la nostra Luna .

PICCOLA GUIDA AL BLOG

Nel menu´iniziale oltre a “chi sono” e “cosa faccio” trovi l´elemento “argomenti” che contiene a sua volta : Interviste, Viaggi , Diario

-Le interviste :

dove raccontero´i passettini di chi avra´voglia di condividerli con me, con noi, in questo Blog

quindi qui sara´piu´concetrato su di voi e sulle vostre storie

– Viaggi:

Quando riusciamo ad ascoltarci ed avere nuovi spunti se non quando viaggiamo?

I viaggi mi aiutano a staccare da me, dalle abitudini e dai pensieri stantii.

Posti nuovi mi permettono di riflettere in maniera piu´tranquilla e distaccata.

Ogni viaggio mi permette punti di riflessione e di incontro con una quotidianita´che non e´la solita e mi permettono di mettermi alla prova.

Questo contenitore e´piu´introspettivo.

– Diario:

Qui sara´proprio mooolto soggettivo e personale. Questo serve in primis proprio a me per rileggermi riascoltarmi. Per dare modo a Eleonora di ieri di mandare messaggi a Eleonora di domani. Perche´io ho un bisogno continuo di parlarmi ed ascoltarmi.

Nel contenitore “foto“:

Qui ovviamente saranno contenute le foto suddivise per viaggio e con piccole didascalie piu´oggettive e funzionali.

Nel contenitore “contatti“:

Qui troverai la email creata apposta per ricevere le vostre storie.

Quindi, buona lettura!

Eleonora